FISIOTERAPISTI: comunicato per i liberi professionisti

Sono giunte richieste di parere in seguito al DPCM del 10 aprile 2020, riguardanti la possibilità di riapertura da martedì 14 p.v. degli Studi Professionali dei Fisioterapisti.
Si segnala, altresì, che sono state diffuse informazioni poco coerenti con questo ultimo decreto e, pertanto, si precisa quanto appresso.
Le CdA dei Fisioterapisti, hanno proceduto ad una lettura dei DPCM del 22 marzo 2020 e dell’ultimo del 10 aprile u.s. e hanno convenuto che il DPCM del 10 aprile, seppur la lista dei codici Ateco allegata allo stesso fornisce ulteriori voci che indicano la riapertura di alcune attività produttive, per quanto riguarda le attività di Fisioterapia (che hanno come codice Ateco di
riferimento 86.90.21) e sulla possibile riapertura degli Studi professionali dei fisioterapisti, non si è modificato nulla.
In relazione a ciò si chiede di attenersi alle procedure sin qui seguite, in quanto gli studi professionali dei fisioterapisti sono assimilabili alle attività ambulatoriali dei Centri di Riabilitazione e di FKT che seguono specifiche Direttive regionali e che risultano sospese, tranne che per le prestazioni indifferibili.
Il Decreto del 10 aprile conferma, altresì che “le attività produttive sospese …. possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile”.
La stessa Ordinanza della Regione Puglia n. 319 del 10 aprile 2020 “ribadisce che la portata della disposizione di “sospensione” (fatte salve le deroghe espressamente richiamate da disposizioni regionali, ivi comprese le prestazioni indifferibili richiamate nella circolare 272 del 1 aprile 2020) riguarda tutte le strutture accreditate e/o autorizzate, indipendentemente dal regime erogativo con e/o senza oneri a carico del SSN, ovvero in regime privatistico, non costituisce una variabile indipendente e non attenua il rischio di contagio.”
Sono confermate, alla luce di quanto sopra, le indicazioni operative per fisioterapisti in riferimento all’emergenza COVID-19 emanate con la “Nota congiunta AIFI – Commissioni di Albo dei Fisioterapisti sulla Rimodulazione degli Interventi Fisioterapici in relazione all’emergenza Covid-19” del 12 marzo 2020.

Autore dell'articolo: Ordine Tsrm Bari Taranto